Anoma e Spirito

Anima e Spirito

Questo è solo un estratto, ma se desideri ascoltare tutto il contenuto, vai qui: Podcast

 

 

Anima e Spirito non sono la stessa cosa: molte persone lo sanno, ma molte altre no.

Naturalmente, non è semplice chiarire le distinzioni, né stabilire con esattezza dove finisce uno e inizia l’altra, non trattandosi di cose materiali.

In ogni caso, ad oggi, e rispetto alle nostre possibilità di comprensione ed evolutive, quello che sappiamo, è che inconscio, anima, spirito, universo, non sono esattamente la stessa cosa, anche se sono così strettamente collegate tra loro, né così facili da delineare separatamente.

Possiedono caratteristiche in comune e altre che le differenziano, ed è sopratutto questa la difficoltà.


Anima e Spirito: alcune peculiarità

Grazie al grande lavoro di Bert Hellinger, così come a quello di sua moglie, abbiamo potuto apprendere, almeno in parte, come è possibile lavorare con l’Anima, per poter accedere ad alcuni dei suoi contenuti più profondi, e abbiamo anche potuto capire che ci sono delle leggi particolari che la governano, e che condizionano la nostra esistenza, senza che ce ne rendiamo conto.

Per quanto riguarda la differenza tra Anima e Spirito, l’impressione che ho io è che mentre l’Anima è coinvolta nelle vicende umane, lo Spirito non lo sia o lo sia solo in quanto è interessato all’esperienza terrena, quale che sia.

Non ha debiti o crediti karmici, come spesso vengono definiti i percorsi umani.

È qui solo per imparare, e qualunque sia la via percorsa, va bene.

Infatti, se per l’Anima, le scelte possono essere giuste o sbagliate, per lo Spirito restano irrilevanti.

Le vicende umane sono talmente fuori controllo, anche perché è la mente stessa che crea la realtà, che non sarebbe possibile, venire qui con un programma preciso.

Ci sarebbero troppi tasselli da mettere a posto, troppi destini da incastrare gli uni con gli altri, e questo vorrebbe dire che tutto è già deciso in partenza, senza alcuna possibilità di cambiare alcunché.


webintenerife

.


Il Karma

Un po’ diverso è il discorso per l’Anima: lei potrebbe avvertire il bisogno di risolvere delle questioni, sia di debito che di credito.

Probabilmente è per questa ragione che esistono le famiglie e l’anima famigliare, o certi incontri particolari, per dare l’opportunità di risolvere eventuali sospesi.

Ovviamente non è detto che ci si riesca,

Ma a seconda del tipo di debito o credito, la cosa si potrebbe anche estinguere da sola, nel senso che le persone potrebbero risolvere una determinata questione karmica indipendentemente una dall’altra, semplicemente superandola attraverso le esperienze della loro vita attuale.

Dipende da quanto ognuno di noi impara dalla propria vita.


Alcune leggi dell’Anima

Ecco alcune delle leggi dell’Anima.

  • i genitori vengono prima dei figli;

  • onorare il proprio padre e la propria madre;

  • il denaro come frutto dell’anima e dell’amore.

Esaminiamole ora una per una.

Per quanto riguarda la prima affermazione, si vede spesso come ci sia una difficoltà farcita di sensi di colpa riguardo al modo di considerare i figli.

Si teme che metterli in secondo piano rispetto ai genitori significhi trascurarli.

I ruoli devono essere molto chiari tra genitori e figli.

Anche il benessere dei genitori viene prima, in quanto solo se loro stanno bene, anche i figli staranno bene.

I figli hanno bisogno solo dei loro genitori.

La seconda affermazione significa: noi non solo abbiamo due genitori, ma siamo i nostri genitori.

Per metà siamo la madre e per metà il padre: se proviamo astio, rancore, disapprovazione o se ci permettiamo di giudicare i nostri genitori, o vogliamo sostituirci a loro, noi facciamo queste stesse cose a noi stessi e alla nostra vita.

L’ultima affermazione riguarda il denaro, che è frutto dell’anima e dell’amore: proviene dalla vita e dal lavoro delle persone, e serve per creare vita.

Far circolare il denaro, significa mettere in moto l’energia che nutre la vita e l’esistenza delle persone.

Avere paura dei soldi, li rende ciò che non sono, sporchi e estranei a noi stessi, diminuendone gravemente le potenzialità creatrici.


Questo è solo un estratto, ma se desideri ascoltare tutto il contenuto, vai qui: Podcast

 


Prenota la tua Skype, gratuita e senza impegno, qui


Richiedi Skype

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *