Alcune considerazioni utili sulla Legge d’Attrazione

Alcune considerazioni utili sulla Legge d’Attrazione

Ci sono ancora alcune considerazioni utili sulla Legge d’Attrazione, di cui, forse, non avete ancora sentito parlare, e in questo articolo vorrei parlarvene, perché penso (e spero) che possano essere di vostro interesse.

Per la mia esperienza personale, la famosa Legge d’Attrazione, è realistica, ma anche soggetta ad alcune condizioni preliminari necessarie.

Innanzi tutto è falso,

pensare che la Psicologia non sia un ingrediente indispensabile al processo: la Psicologia è, al momento, l’unica disciplina in grado di generare cambiamenti reali, profondi e duraturi, e possiede tutti gli strumenti utili e indispensabili allo scopo.

Spesso si preferisce andare da Maestri di Yoga, Coach, Counselor e altri Operatori Olistici, piuttosto che affrontare un vero Psicoterapeuta: solo quest’ultimo, però, ha tutte le competenze, le tecniche e le conoscenze per poter innescare il vero cambiamento, gli altri operatori, per quanto bravi, preparati nel loro mestiere e dotati siano, ne hanno solo alcuni.

E quando bisogna “mettere le mani” sulla Psiche di una persona, è bene sapere sempre cosa si sta facendo.

Credetemi, non è così semplice come si vuole credere!

Quindi, bisogna cominciare a pensare

alle moderne Psicologia e Psicoterapia (o almeno alcuni ambiti di queste) come una naturale e consequenziale evoluzione sia delle Antiche Discipline (come le filosofie orientali o lo Yoga, da cui la Bioenergetica trae numerosi spunti), sia di un ramo della Medicina.

Se la Psicologia non fosse necessaria, semplicemente non esisterebbe, in quanto sarebbe sostituita da tutte le altre Discipline già esistenti, antiche e sicuramente di pregio, e dalla Psichiatria ortodossa.

Al contrario, poiché la moderna Psicoterapia esiste, essa è necessaria per la nostra evoluzione, sia personale che dell’intera Umanità, e tutte le nuove scoperte fatte e le tecniche messe a punto, sono le più utili, al momento, ad intervenire in determinati settori e se si vogliono raggiungere determinati risultati.

Quindi,

se si desidera applicare la Legge d’Attrazione alla propria vita si deve intraprendere un percorso di auto-conoscenza che porta al cambiamento, cosa che anticipa le operazioni successive, e cioè quelle di “ripulire” l’inconscio da tutte le ingiunzioni e i condizionamenti, spesso negativi, di cui è colmo, e la trasformazione degli stessi in ingiunzioni e condizionamenti positivi.

Il percorso per realizzare la “Legge d’Attrazione”, può essere intrapreso da chiunque, naturalmente, anche se occorre un po’ di impegno e di concentrazione, per poter riprogrammare la propria mente affinché funzioni in modo proficuo, e arrivare ad usare il cervello del cuore, che sicuramente è il più efficace tra i cervelli di cui disponiamo.

Per cui, se si vuole cambiare veramente

si può cominciare con questi due accorgimenti, da usare come propedeutica alle successive strategie di cui già tantissime persone hanno a lungo descritto.

Si prenda in considerazione ogni proprio comportamento, chiedendosi, per ognuno di essi, perché si adotta proprio quello anziché un altro, da dove lo si è appreso, se ci si sente rappresentati da esso e, se no, quale comportamento sarebbe più congeniale.

Successivamente, è necessario imparare a riconoscere le emozioni che si sperimentano e dare ad ognuna di esse il suo nome preciso.

Riconoscere e nominare le emozioni non è una cosa così immediata come si potrebbe pensare: molte persone non riescono a dare un nome preciso a ciò che provano.

“Fastidio”, per esempio, non è un’emozione, ma è la definizione che spesso si usa per descrivere altri stati d’animo, come, per esempio, paura o dolore.

Di solito si preferisce evitare di nominare le emozioni, perché si pensa che nominandole con precisione possano fare più male di quello che fanno nascondendole dietro una definizione generica: è un meccanismo di fuga dalla realtà.

Cosa si può ottenere in questo modo

Attraverso queste due semplici ma articolate attività, si inizia a comprendere cosa significa veramente “consapevolezza di sé”  e si comincia a conoscersi in profondità, cosa indispensabile, per poter accedere alle fasi successive del processo.

E’ possibile riuscire a comprendere molte cose di sé stessi anche da soli, nel modo appena descritto.

Nel momento in cui si innesca questo processo, ci si rende velocemente conto di come sia positivo già così, di come faccia stare meglio con sé stessi, e di come possa addirittura cominciare a produrre dei cambiamenti anche al di fuori di sé.

In alcuni caso, però…

Bisogna tenere presente, però, che alcune persone, se devono confrontarsi con delle esperienze infantili particolari, o hanno dei vissuti più complessi, avvertono, arrivati ad un certo punto, il bisogno di confrontarsi con qualcuno che ne sappia un po’ più di loro.

Niente di male, anzi, anche riuscire a chiedere un aiuto è un gesto che rivela molta forza e molto coraggio.

Io, per esempio, mi sono trovata ad un certo punto in cui non sarei mai riuscita a farmi da sola alcune domande necessarie, proprio perché fuggivo da quelle verità, e non mi rendevo nemmeno conto che stavo fuggendo.

Inoltre, se ci sono tecniche e strategie che è possibile condividere in un articolo, ce ne sono altre che dipendono dal tipo di relazione che si stabilisce con la persona alla quale ci si è affidati, perché solo attraverso la relazione possono essere sperimentate efficacemente.

Ma tutto ciò che può essere fatto per conto proprio, è una conquista e può dare buoni risultati, quindi, io suggerirei di provare, per un mese, ad applicare le tecniche sopra descritte, e valutare se effettivamente sono in grado di generare dei miglioramenti, favorendo il passaggio a tutte le altre operazioni già da molti descritte, per realizzare la Legge d’Attrazione.

A questo punto, non mi resta che augurarvi “buon lavoro”, e, per qualunque cosa ti occorra, scrivi un messaggio nei commenti, ti rispondo quanto prima!

 

Se vuoi possiamo valutare insieme e senza impegno la tua situazione Prenota una sessione Skype gratuita

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *